Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LECCE, MOLTO MALE: molle e spuntato, lascia strada a un ASCOLI CATTIVO. La cronaca

Sabato 15 Settembre 2018 | Marco Errico | News

ASCOLI PICENO - Arriva la prima sconfitta in campionato per il Lecce. L'Ascoli di Vivarini si impone 1-0 senza strafare, con una rete di Ardemagni probabilmente viziata da una azione fallosa, che comunque il Lecce non è riuscito a recuperare. Un passo falso e un passo indietro rispetto alla condizione dei giallorossi prima della sosta e che chiude una settimana poco tranquilla in casa Lecce.

Equilibrio - Liverani deve rinunciare in extremis a Vigorito che si fa male durante il riscaldamento. In porta c'è Bleve con Cosenza rilanciato nel cuore della difesa per Lucioni. E' l'unica novità rispetto alle prime due uscite stagionali in campionato, per il resto c'è anche Pettinari al centro dell'attacco dopo una settimana di allenamenti a singhiozzo per un affaticamento muscolare. La partita è maschia, ma su ritmi bassi, ci sono un paio di contatti in area del Lecce su Ninkovic, prima con Meccariello, poi con un Cosenza ancora troppo irruento per la categoria, ma l'arbitro sorvola. La partenza dei giallorossi nel complesso non è brillante come al solito.

Brividi - La sfida si accende con Falco che va vicino al gol al termine di una azione personale: respinta del portiere sul sinistro del fantasista del Lecce, Pettinari si trova sul piede il pallone del vantaggio ma conclude la ribattuta sulla schiena di Laverone. Anche Bleve deve scaldare i guantoni, respingendo in tuffo un bolide dalla distanza di Frattesi. Dopo un'altra azione rifinita male da Pettinari in avanti, l'Ascoli al 41' potrebbe mettere la freccia: Levarone salta Calderoni sulla mancina del Lecce, cross perfetto e Ninkovic di testa colpisce la traversa piena.

Disattenzione - In avvio di ripresa il Lecce parte deciso, c'è una rete annullata a Mancosu che trova l'incrocio dei pali quando il gioco è già fermo per un fuorigioco che c'è ma di poco. Poi passa l'Ascoli, quando i giallorossi si sgonfiano alla lunga. E' il 25', Ardemagni con molto mestiere affossa Meccariello e appoggia in porta un pallone comodo, tutto solo in area piccola. Liverani getta nella mischia anche Palombi, ma il Lecce davanti è sterile, La Mantia di testa da posizione defilata impegna il portiere nel recupero, poi è sempre l'estremo difensore bianconero (Perucchini, subentrato all'infortunato Lanni) che dice di no allungandosi in tuffo sull'ultimo tiro di Petriccione dal limite dell'area (molto bene anche oggi l'ex Bari). Finisce 1-0, il Lecce capisce subito quanto è dura la B.

TABELLINO

ASCOLI - LECCE 1-0

Marcatore: Ardemagni al 25' s.t.

Ascoli (4-3-1-2): Lanni (dal 13' s.t. Perucchini; Laverone (dal 35' s.t. De Santis), Brosco, Valentini, D'Elia; Frattesi, Casarini, Cavion; Baldini (dal 18' s.t. Beretta); Ardemagni, Ninkovic. (Bacci, Troiano, Ganz, Rossetti, Zebli, Quaranta, Addae, Kupisz, Valeanu). Allenatore Vivarini.

Lecce (4-3-1-2): Bleve; Fiamozzi, Cosenza, Meccariello, Calderoni (dal 38' s.t. Venuti); Petriccione, Arrigoni, Scavone (dal 26' s.t. Palombi); Mancosu; Falco, Pettinari (dal 19' s.t. La Mantia). (Milli, Lepore, Torromino, Haye, Marino, Tsonev, Tabanelli, Armellino, Bovo). Allenatore Liverani.

Arbitro: Rapuano di Rimini (Cangiano-Schirru, IV Ufficiale Marchetti).

Note: ammoniti Cosenza, Calderoni, Ardemagni, Ninkovic, Frattesi, recupero 1' p.t., 5' s.t.