Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

STICCHI DAMIANI NE HA PER TUTTI: "alcuni acquisti non funzionali. Poca qualità? Noi superiori al Brescia"

Lunedì 16 Dicembre 2019 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Tempo di riflessioni dure, severe, per il Presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani che abbiamo sentito a mente fredda, dopo la batosta di Brescia, per una lunga intervista densa di contenuti.

Si salvano solo i tifosi - "Se devo trovare qualcosa di buono del nostro pomeriggio bresciano posso certamente pensare ai tifosi, allo spettacolo sugli spalti che hanno offerto mille appassionati che hanno incitato il Lecce anche sotto di tre reti con una diretta concorrente. La loro delusione è stata la mia delusione".

Responsabilità - "Non mi piace entrare nei particolari, sono cose interne, ma quando si perde così non perde nè un reparto nè un calciatore. Quando si perde così è colpa di tutti, a cominciare dal Presidente e sino all'allenatore. Poca qualità in questo Lecce? Ma se affrontavamo una squadra già più debole di noi dallo scorso campionato che avremmo meritato di vincere da primi. Quest'anno la crescita dei singoli e alcuni investimenti nella rosa ci ha fatto diventare ancora più forti di questo Brescia, eppure è andata come è andata. La squadra mi ha molto deluso, ora mi attendo un riscatto immediato con il Bologna".

Mercato - "Alcuni acquisti non si sono rivelati funzionali. In alcuni casi sono calciatori che vengono da mercati stranieri e che hanno fatto più fatica del solito a inserirsi nel nostro calcio. Si sono investite molte risorse, dobbiamo ancora capire quanto possono dare. Merita un discorso diverso Babacar, un investimento economico importantissimo, voluto fortemente da Liverani e Meluso. E' un ragazzo di qualità, molto serio, che si è fatto male da solo quando ha voluto battere quei due rigori, generando situazioni che non avrebbe certamente voluto. I fischi di Lecce-Genoa mi sono sembrati severi, è un ragazzo in difficoltà che va aiutato e noi, ultima società di questa Serie A, non possiamo permetterci di perdere un investimento simile. A Brescia viene incoraggiato Balotelli, noi abbiamo bisogno che venga sostenuto Babacar".

Ionita addio - "Arriveranno rinforzi, ovviamente, ma credo sia problematico l'arrivo di Ionita che sta giocando e trovando molto spazio con il Cagliari che si sta contendendo posizioni da Champions, almeno attualmente. Andranno collocati molti calciatori non utilizzati, non possiamo permetterci quaranta calciatori nella rosa, con operazioni in entrata molto mirate che ci aiutino a migliorare la squadra".