Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LUCIONI AVVERTE: "troveremo un clima incredibile. CARICHIAMOCI e prendiamo il meglio"

Giovedì 3 Ottobre 2019 | Matteo Bottazzo | News

ACAYA - Nel cuore di questa settimana che ci porterà alla trasferta del Lecce a Bergamo ha parlato alla stampa il centrale difensivo Fabio Lucioni. Ecco la nostra intervista realizzata oggi prima dell'allenamento all'Acaya Golf Club.

Atalanta - "In questo momento sono più avanti di noi, e non solo perchè sono più forti, ma anche perchè per partire bene con la Champions hanno calibrato una preparazione atletica specifica. Ci dobbiamo mettere le stesse qualità che abbiamo messo in mostra con Torino e SPAL, ma servirà attenzione e concentrazione ancora superiore. L'avversario è complicato".

Ricetta - "Dobbiamo evidenziare i loro punti deboli, nascondere i nostri timori, non regalare metri e giocate in semplicità. L'aggressione con una squadra come l'Atalanta deve essere costante".

Reti bianche - "Non subire gol ti porta ad avere consapevolezza, ma se non è accaduto sin qui non è perchè abbiamo fatto male: se andiamo ad analizzare ogni rete presa non si vedono grandi svarioni difensivi o colpe dei singoli. E' solo che in A ci sono più elementi in grado di farti una giocata da gran giocatore che ti fa perdere la partita".

Condizione - "E' in fase di crescita: questo è un campionato dove si corre molto, dunque un appesantimento della condizione si sente. Questo è un gruppo nuovo dove in tanti appena arrivati non avevano svolto una regolare preparazione atletica con le squadre precedenti. La crescita è veloce e alla nostra portata".

Falli di mano - "Rimanere con le braccia attaccate al corpo è davvero difficile. E' vero anche che se c'è un tiro da dieci metri e ti va sul braccio è volontario, ma a due metri fai fatica a toglierlo in tempo, ci vorrebbe una modifica a questa regola che non penalizza solo me, siamo nell'ordine di troppi rigori a partita. Con la Roma nel primo caso, per esempio, non mi sono neanche reso conto di aver toccato il pallone con la mano, nel secondo non potevo scomparire".

Ambiente caldo - "Bergamo è sempre stato un ambiente caldo, spetterà a noi caricarci per l'atmosfera incredibile che ci sarà per l'inaugurazione dello stadio".

Attaccanti complicati - "Sin qui Llorente e Dzeko: molta fisicità, tanta presenza in area".