Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

GALLIPOLI SENZA LIMITI: sesso davanti a tutti, maxi-rissa tra 20 turisti e i vandali a sfasciare la chiesa

Domenica 2 Agosto 2020 | Cosimo Carulli | Cronaca

GALLIPOLI - Poche ore per tornare in mano agli idioti dell'estate, sempre pronti a calamitarsi verso le spiagge salentine...

Tris di episodi di cronaca in successione a Gallipoli, dove una maxi-rissa tra venti ragazzi si è sviluppata durante l'ultima notte, una chiesa è stata sfregiata e vandalizzata, mentre due ragazzi hanno dato il meglio delle rispettive prestazioni sessuali davanti a tutti sotto l'insegna di una delle discoteche più conosciute del Salento.

Nella maxi-rissa sono rimasti coinvolti come detto venti ragazzi divisi in due comitive di abruzzesi e lombardi che si sono picchiati a calci e pugni, selvaggiamente, dopo alcuni scontri verbali degenerati rapidamente. Due 19enni hanno riportato delle ferite, uno è stato raggiunto da un pugno all'occhio, l'altro è finito al Pronto Soccorso con dei tagli al petto a colpi di bottiglie di birra: dai loro racconti Carabinieri e Polizia sperano di ricostruire quanto è accaduto.

Risveglio decisamente amaro anche alla Baia Verde, dove è stata vandalizzata la Chiesa della Beata Vergine Maria Regina, aperta solo d'estate per le messe destinate a turisti e villeggianti del quartiere. Questa mattina, prima della celebrazione domenicale, il parroco Don Salvatore Leopizzi ha trovato l'acquasantiera divelta e fatta in mille pezzi (FOTO SOTTO). Anche in questo caso si cercano i colpevoli.

Hanno invece fatto il giro dei social i focosi amanti che hanno fatto sesso nella pineta della discoteca Riobo (FOTO SOPRA, OSCURATI), proprio sotto l'insegna del locale, ignari di finire immediatamente sui telefonini degli altri giovani presenti alla serata che hanno assistito allo spettacolo incuriositi...