Questo Lecce fa arrabbiare: due punti persi, REGALI COLOSSALI, attacco e difesa sono un guaio. LA CRONACA

Domenica 25 Ottobre 2020 | Marco Errico | News

COSENZA - Il Lecce dei mille rimpianti non va oltre il pari nella trasferta di Cosenza. Finisce 1-1, con grande rammarico per un rigore fallito da Coda (che aveva comunque avuto il merito di portare in vantaggio il Lecce) e per una colossale occasione fallita da un disastroso Stepinski. Entrambe le occasioni perse avrebbero mandato i giallorossi negli spogliatoi a metà gara sul doppio vantaggio. E invece nulla.

Coda subito protagonista - Corini punta su Coda e Stepinski davanti con Paganini a supporto. La partenza è soft, la prima grande occasione è del Cosenza. Baez lancia Carretta che brucia Dermaku sulla velocità e si ritrova davanti a Gabriel che estrae dal cilindro un grandissimo intervento salvando il Lecce. Scampato il pericolo il Lecce reagisce, ma perde nell'occasione proprio Dermaku che sullo scatto si fa male (entrerà Meccariello). Al 12' il Lecce passa: passaggio filtrante di Henderson per Coda, l'attaccante vede il suo primo tiro respinto da Legittimo in scivolata, ma la ribattuta si insacca nella porta dei calabresi.

Rimpianti - Il Cosenza reagisce trascinato dall'ex Bari Sciaudone che costringe Gabriel a un altro intervento non facile. Al 22' il Lecce può chiuderla: Idda stende Paganini in area, è rigore. Dal dischetto Coda calcia debole e centrale e Falcone respinge con i piedi. Altri tre minuti e Stepinski su assist di Paganini mette a lato con tutta la porta aperta e vuota a disposizione. Salgono i toni agonistici, Corini e Rossettini perdono le staffe e dalla panchina prendono il rosso.

Emozioni - Il Lecce rientra con l'idea di vincerla. Ci provano Coda e Meccariello con il solito bel colpo di testa su angolo, ma trova ancora una volta il portiere Falcone. All'11 Baez pesca Bittante in area con un cross al millimetro, l'esterno esplode un destro respinto da Gabriel, sul pallone arriva per primo Gliozzi che in sospetto fuorigioco fa 1-1. L'inerzia della gara passa dalla parte dei calabresi che sfiorano il sorpasso ancora con Gliozzi, poi con Baez e Bahloluli. Dalla panchina entra Mancosu, ma sono Coda e poi Henderson con una doppia soluzione ravvicinata a farsi negare la gioia del gol da un super portiere. Ancora Falcone dice di no anche a Pettinari che entra nel finale e a cinque dalla fine conclude con il sinistro a colpo sicuro trovando il portiere calabrese. Finisce 1-1: questo Lecce non decolla e resta ai margini della zona play off, a secco di vittorie oramai da tre turni, dalla trasferta di Ascoli.

TABELLINO

COSENZA - LECCE 1-1

Marcatori: Coda al 12' p.t., Gliozzi all'11' s.t.

Cosenza (3-4-1-2): Falcone; Ingrosso, Idda, Legittimo; Bittante, Sciaudone (dal 19' s.t. Bruccini), Kone (dal 32' s.t. Petrucci), Vera Ramirez (dal 10' p.t. Corsi); Baez, Carretta (dal 19' s.t. Bahlouli), Gliozzi (dal 32' s.t. Sueva). (Saracco, Petre, Sacko, Bouah, Schiavi, Borrelli). Allenatore Occhiuzzi.

Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Adjapong, Lucioni, Dermaku (dal 10' p.t. Meccariello), Calderoni; Henderson, Tachtsidis, Majer (dal 15' s.t. Mancosu); Paganini; Coda, Stepinski (dal 36' s.t. Pettinari). (Bleve, Vigorito, Rossettini, Monterisi, Bjorkengren, Zuta, Gallo, Maselli). Allenatore Corini.

Arbitro: Aureliano di Bologna (Colarossi-Trincheri, IV Ufficiale Robilotta).

Note: espulsi al 41' p.t. Corini e Rossettini dalla panchina per proteste, ammoniti Kone, Bittante, Bruccini, angoli 6-8, recupero 3' p.t., 3' s.t.