Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

DE PICCIOTTO VINCE AL TAR E ENTUSIASMA LECCE: "ora lo stadio in concessione 99 anni e potremo sognare"

Domenica 17 Febbraio 2019 | La Redazione | News

LECCE - I giudici del TAR hanno deciso: Renè De Picciotto ha ragione, può continuare dopo anni di stop i suoi investimenti a Masseria Pettolecchia, una delle più imponenti strutture storiche e architettoniche di Fasano, dove l'imprenditore italo-svizzero ha in mente un resort di altissimo livello destinato ad un portafoglio di clieni provenienti dal mondo dell'economia e della finanza.

Con questa sentenza De Picciotto può continuare i lavori parallelamente a quelli che sono già iniziati all'ex Banco di Napoli di Lecce, immobile su Via XXV Luglio che l'azionista del Lecce ha rilevato nei mesi scorsi da un fondo a cui l'aveva destinato la banca.

De Picciotto, lo ricordiamo per chi si fosse perso l'intervista di fine anno esclusiva a SoloLecce.it del Presidente Saverio Sticchi Damiani, ha messo a disposizione del Lecce un ipotesi di lavoro per 7-8 milioni di Euro per il riammodernamento del "Via del Mare" qualora il Comune di Lecce voglia cedere il diritto di superficie dell'impianto al Lecce per i prossimi 99 anni (CLICCA QUI PER RIASCOLTARE L'ESCLUSIVA DI SOLOLECCE.IT DI UN MESE E MEZZO FA).

Futuro dello stadio, parla De Picciotto - "Realizzarne uno nuovo è complicato in un un piccolo contesto come Lecce che ha pochi spazi adeguati. La soluzione del leasing molto lungo nel tempo, 99 anni appunto, ci consentirebbe di fare degli investimenti sullo stadio e ammodernarlo come fosse nostro, rendendolo confortevole e al passo con i tempi. In questo modo il Lecce potrebbe attingere anche a dei finanziamenti del Credito Sportivo che ci aiuterebbero a completare lavori maggiormente migliorativi dello stadio che diventando di fatto di proprietà per tantissimi anni ci garantirebbe risorse e introiti in grado di farci crescere anche dal punto di vista sportivo".