Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Una speranza nel buio: SPEDICATO STA MEGLIO. L'odio assurdo sul web: "meglio se muore"

Giovedì 20 Settembre 2018 | La Redazione | Cronaca

Negramaro, cauto ottimismo per Lele Spedicato: "E' in lento miglioramento"

LECCE - Emanuele Spedicato, chitarrista e cofondatore dei Negramaro, sta meglio.

E' la notizia del giorno, al "Fazzi" di Lecce, dove la ASL ha diramato un bollettino medico meno severo dei precedenti sulle condizioni dell'artista colpito nei giorni scorsi da emorragia cerebrale.

"Quadro clinico in evoluzione positiva", scrivono i medici: "gli esami diagnostici evidenziano un lento miglioramento. Anche i parametri vitali, monitorati costantemente, continuano a essere buoni. La prognosi, vista la gravità del caso, resta comunque riservata". E' questo il contenuto delle poche righe della equipe medica che da due giorni si sta prendendo cura di Spedicato, 38 anni e un figlio in arrivo.

Il mondo della musica, ma anche della politica e dello sport, in centinaia di personaggi famosi da Jovanotti alla Mannoia si sono stretti al dolore dei Negramaro.

Non sono mancati gli sciacalli, denunciati dalla pagina Facebook di Selvaggia Lucarelli, nota polemista e "cacciatrice" di "leoni da tastiera", che ha messo alla berlina gli sciagurati commenti di chi augura la morte a Spedicato.