Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

A TUTTO LIVERANI: "troppi complimenti, domani stiamo calmi"

Sabato 1 Settembre 2018 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Ecco l'intervista completa al tecnico del Lecce Fabio Liverani alla vigilia di questo debutto casalingo con la Salernitana (CLICCA QUI PER L'ESTRATTO SCRITTO E VIDEO SUL "CASO" CHIRICO', DI CUI PARLIAMO A PARTE).

L'avversario - "Incontriamo una squadra che è un po' di anni che si è assestata nella categoria e che in questa stagione sta provando ad alzare la sua asticella per costruire qualcosa in più di una salvezza tranquilla. In questo campionato non ci saranno mai grandi differenze con le nostre avversarie, si tratta di un torneo molto livellato, ancora di più ad inizio stagione".

Modulo - "Conta l'interpretazione dei ragazzi, non i numeri. Dobbiamo mantenere equilibrio, di squadra e non di singoli. Ai risultati si arriva solo con la prestazione, voglio vedere per questo continuità rispetto a quella di Benevento. Sono solo preoccupato dei troppi complimenti che rischiano di farci perdere l'equilibrio. Sono molto curioso per questo di vedere l'approccio alla partita dei miei".

Nessun calo - "Non c'è stato nessun calo atletico nel finale di Benevento, le reti degli avversari sono nate tutte da errori individuali, abbiamo preso tre gol tutti evitabilissimi, non abbiamo subito in seguito ad una lunga e costante pressione degli avversari. Sono stati tre episodi, in cui abbiamo sbagliato".

Insegnamenti - "La partita ci ha insegnato comunque che in Serie B non sono mai chiuse. A differenza di quanto accadeva in Serie C, dove era difficile che una squadra sotto di tre reti in venti minuti trovasse la forza di rimontare, tra i cadetti questo può accadere nel male come avvenuto lunedì ma anche nel bene, come potrebbe avvenire per noi in futuro".

Formazione - "La Mantia è un po' indietro, purtroppo quei dieci giorni di trattativa estenuante gli hanno creato delle perdite di tempo, è normale che con lui è un discorso a più lungo termine. Cerchiamo di farlo allenare il più possibile. Falco, invece, ha lavorato molto bene, Palombi lo recuperiamo per la prossima settimana. Per domani ho ancora qualche dubbio, legato soprattutto alla fisicità dell'avversario. Con i giocatori che ho a disposizione sarà difficile non avere dubbi quest'anno, sia per qualità che per le sensazioni che mi trasmettono durante la settimana".

Difesa - "Sono contento, tra vecchi e nuovi abbiamo una linea difensiva davvero importante. Bovo è un calciatore che andrebbe a migliorare il reparto, perchè ha caratteristiche differenti dagli altri. Si sta allenando, vedremo".

Terreno di gioco - "Avrei preferito giocare su un terreno perfetto come quello di Benevento. Speriamo sia un fattore indolore per entrambe le squadre, per gli infortuni, per tutto. Speriamo vada tutto per il meglio".