Inconcludente, che non tira neanche a cannonate: un LECCE FANTASMA la regala a un Brescia pieno di guai. LA CRONACA

Venerdì 16 Ottobre 2020 | Cosimo Carulli | News

BRESCIA - Arriva la prima sconfitta stagionale per il Lecce. A Brescia una doppietta di Ndoj e un gol nel finale di Aye affondano la formazione di Corini, protagonista di una prova tutt'altro che esaltante.

SORPRESA - Corini lancia dal primo minuto Stepinski al centro dell'attacco e fa subito esordire il giovane svedese Bjorkengren, arrivato nei giorni scorsi dal Falkenbergs. Propio Stepinski si mette subito in luce dopo una manciata di minuti, con un bel colpo di testa parato da Joronen su punizione calciata da Falco. L'inizio del Lecce è promettente, ma al 9' è il Brescia a passare in vantaggio. Ayè mette un bel pallone rasoterra in area, Ndoji trova il tempo giusto dell'inserimento e con un piatto destro secco e preciso non lascia scampo a Gabriel.

IMPACCIO - Il Lecce prova subito a reagire, al 10' Majer sfiora l'incrocio dei pali con una bella conclusione da lontano. Poi ci prova Donnarumma di testa, ma Gabriel blocca senza problemi. I giallorossi provano a rimettere in carreggiata la partita, ma la manovra non è fluida. Il Brescia, pur privo dei centrali titolari Cistana e Chancellor (in panchina dopo gli impegni in nazionale), controlla senza problemi. Il solo Falco prova ad impensierire la retroguardia bresciana con i suoi soliti guizzi, ma a parte un bel sinistro di poco a lato (al 36'), non si registrano grossi pericoli dalle parti di Joronen.

KO - Nella ripresa ci prova Henderson con un tiro parato da Joronen, ma il Lecce non riesce a cambiare marcia. Corini inserisce subito Paganini per Bjiorkengren arretrando Listkowski sulla linea dei centrocampisti. Al 13' l'episodio che potrebbe cambiare la gara: Meccariello di testa trova il gol del pari, ma l'arbitro annulla per un presunto fuorigioco, che in realtà non c'è, del centrale giallorosso su segnalazione del guardalinee. Appena 4 minuti e c'è un altro gol annullato, questa volta al Brescia, per fuorigioco di Donnarumma. Corini sostituisce un impalpabile Stepinski con Coda, ma al 23'arriva il raddoppio dei padroni di casa, questa volta regolare. E' ancora Ndoj a trovare la via del gol, con una sassata di destro (su assist di Donnarumma) che trafigge l'incolpevole Gabriel. Il Lecce accusa il colpo e non riesce a reagire, nemmeno la mossa dell'ingresso di Pettinari dell'ultimo quarto d'ora riesce a dare la scossa ai giallorossi. Anzi, nel finale arriva il tris di Ayè, con un tap in vincente di destro su assist di Zmrhal, che rende amarissimo il ritorno di Corini nella sua Brescia.

TABELLINO

Brescia - Lecce 3-0

Marcatori: Ndoj al 9' pt e al 23' st., Ayè al 45' st.

Brescia (4-3-3): Joronen; Sabelli, Papetti, Mangraviti, Martella; Ndoj (dal 34' st Labojko), Van De Looi, Dessena; Spalek (dal 28' st Skrabb), Donnarumma (dal 44' st Zmrhal), Aye. (Kotnik, Mateju, Chancellor, Semprini). Allenatore:Lopez.

Lecce (4-3-3): Gabriel; Zuta, Lucioni, Meccariello, Calderoni; Henderson, Majer, Bjorkengren (dal 7' s.t. Paganini); Falco, Stepinski (dal 22' st Coda), Listkowski (dal 31' st Pettinari). (Bleve, Vigorito, Rossettini, Monterisi, Dermaku, Gallo, Lo Faso, Maselli, Felici). Allenatore Corini.

Arbitro: Di Martino di Teramo (Margani-Maccadino, IV Ufficiale Gariglio).

Note: ammoniti Spalek, Martella, Calderoni, Van de Looi; angoli 4-3 per il Lecce; recupero 0' pt, 4' st,