Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

SCONTRI TRA LECCESI E BRINDISINI: ci sono tre condanne. La sentenza

Giovedì 28 Febbraio 2019 | Cosimo Carulli | News

BRINDISI - Si è chiuso con tre condanne e undici assoluzioni, il primo grado di giudizio del processo ai danni di quattordici persone protagoniste secondo le ricostruzioni della DIGOS e della Squadra Mobile di Brindisi degli incidenti precedenti a Francavilla-Lecce, prima giornata del campionato di Serie C dello scorso anno.

Il GUP di Brindisi Giuseppe Biondi ha emesso la sua sentenza: condanna per tre leccesi, due a nove mesi di carcere, uno a dieci, mentre ha assolto un gruppo di mesagnesi e gli altri leccesi che si sarebbero resi protagonisti degli scontri.

Secondo le tesi dell'accusa due auto leccesi vennero intercettate e bloccate lungo la Statale Adriatica da alcuni ultras del Brindisi (il Francavilla e i suoi tifosi è estraneo alla vicenda) e all'interno di una stazione di servizio avrebbero teso un'imboscata ai leccesi che per tutta risposta fermarono le loro auto per rispondere all'aggressione (FOTO SOPRA E SOTTO). Poi l'intervento delle volanti consentì l'identificazione delle persone per cui si è reso necessario il processo.

La difesa e la Procura, entrambe, hanno annunciato che faranno ricorso al secondo grado di giudizio.