Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

INTERNAZIONAL...ECCE: più che raddoppiata la presenza straniera. E' un Lecce che guarda altri mondi

Lunedì 29 Luglio 2019 | Marco Errico | News

LECCE - Con la promozione in Serie A il Lecce si appresta a diventare internazionale.

Le esigenze di mercato con il salto di categoria hanno imposto un cambiamento di rotta nelle politiche del calciomercato che sino ad oggi, soprattutto con l'avvento della nuova società, avevano privilegiato sempre la strada italiana nelle trattative.

Nell'ultima B vinta, per citare l'esempio maggiore, Liverani è partito con un solo straniero in rosa, l'olandese Haye, anche abbastanza ai margini in termini di presenze e coinvolgimento in campo, appena 13 presenze, sempre sostituito da subentrante, per neanche 300 minuti sul terreno di gioco (l'equivalente di tre partite piene).

Già a metà stagione era arrivata una importante inversione di tendenza, con gli arrivi tra gennaio e febbraio del greco Tachtsidis e dello sloveno Majer, invece importantissimi per il raggiungimento dell'obiettivo promozione.

Nel prossimo campionato, con la riconferma di tutti e tre gli stranieri di partenza, il Lecce potrà contare anche sul brasiliano Gabriel, sul colombiano Vera Ramirez, sul rumeno Benzar e sull'ucraino Shakhov, tra l'altro tutti potenzialmente titolari, oltre che su Dubickas e Megelaitis ancora nel gruppo giallorosso ma probabilmente destinati a farsi ulteriormente le ossa in altri contesti in prestito (FOTO SOPRA E SOTTO HAYE E VERA RAMIREZ, ENTRAMBI IN AZIONE NELL'ULTIMA AMICHEVOLE CON IL FROSINONE).