News

STICCHI DAMIANI, APPELLO ALLA NORD: "abbiamo bisogno della Curva. Lo striscione? Forse poca comunicazione da parte nostra"

Nuove dichiarazioni del Presidente del Lecce dopo lo striscione della Curva Nord che ha preso le distanze dalla società

21.09.2021 00:12




LECCE - Nuove dichiarazioni del Presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani, a mente fredda dopo lo striscione della vigilia di Benevento-Lecce con cui la Curva Nord ha preso le distanze da alcuni indirizzi gestionali della società stessa.

Ecco le parole di Sticchi Damiani, tutte da leggere.

Difetto di comunicazione - "Lo striscione mi ha un po' sorpreso, si parlava di noi come di una società che fa profitto. Noi profitti non ne abbiamo mai fatti, abbiamo fatto solo perdite. Comunque non me la prendo, non sono un tipo permaloso. Se l'ultras ha percepito questo vuol dire che tutti noi non siamo abbastanza bravi a comunicare. Se il tifoso pensa l'opposto della realtà vuol dire che stiamo sbagliando noi. Abbiamo parlato forse troppo di soldi e di bilanci. Il dato oggettivo è che in sei anni abbiamo solo perso soldi”.

Bisogno del sostegno - “Ho già archiviato questa vicenda, per me è un limite di comunicazione tra le parti e basta. Spero che la Curva Nord, che ha sempre accompagnato le nostre partite, risolva problemi di tutt'altra natura e che attengono ai loro ideali. La squadra ha bisogno del tifo della Nord, incessante per novanta minuti. Il tifo della Nord copre il tifoso isolato che demolisce il singolo giocatore che fa un errore individuale. E' fondamentale”.



Commenti

IL POST DI PAURA. RODRIGUEZ DELGADO, ore d'ansia, le Canarie assediate dal vulcano sveglio dopo 50 anni
"PRIMAVERA", mezza gioia e due guai seri. TOROK in Nazionale, CIUCCI e MACRI', due infortuni pesantissimi