Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

15 MINORENNI VIOLENTATI e costretti a soddisfare voglie mostruose: ARRESTATO

Martedì 11 Febbraio 2020 | La Redazione | Cronaca

TAVIANO - In un anno avrebbe violentato e costretto a rapporti sessuali definiti dagli inquirenti "anche piuttosto invasivi e violenti" ben 15 ragazzine e ragazzini tra i 14 e i 17 anni, tutti di Taviano e del circondario.

Per questo è stato arrestato un 70enne della cittadina del Sud Salento, a cui sono scattate le manette ai polsi con l'accusa atroce di violenza sessuale aggravata dalla minore età delle vittime e continuata, produzione e diffusione di materiale pedopornografico, che lo stesso anziano avrebbe realizzato con le giovanissime vittime.

Gli incontri sarebbero avvenuti in un casolare alla periferia di Taviano, dove l'uomo era solito appartarsi con ragazzine e ragazzini in cambio di piccole somme di denaro o regali.

Le indagini sono scattate quando un genitore ha notato movimenti sospetti attorno a questo casolare, individuando casualmente sia la presenza dell'anziano che un certo via vai di minorenni. Un appostamento iniziato proprio quando il figlioletto aveva iniziato a partecipare a questi incontri.

Anche per questo la Procura di Lecce teme concretamente che le vittime possano essere più delle 15 individuate solo in questo ultimo anno solare. La complessa indagine è del Sostituto Procuratore Stefania Mininni che ha chiesto e ottenuto l'arresto dell'uomo, convalidato dal GIP.

Nel passato dell'uomo uno scheletro nell'armadio inquietante: una condanna per tentata estorsione ai danni dei genitori del piccolo Mauro Romano, sparito a sei anni da Racale e mai più ritrovato.

L'anziano, allora 26enne (siamo nel 1977), si mise in contatto con i genitori del piccolo, offrendo informazioni riservate se avesse avuto in cambio 30 milioni di vecchie Lire, ma venne immediatamente denunciato.