Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LECCE: il cuore non basta. La Roma punisce l'unica disattenzione. LA CRONACA

Domenica 29 Settembre 2019 | Marco Errico | News

LECCE - Un Lecce generoso ma inconcludente nel secondo tempo non riesce a riagganciare la Roma e trova la terza sconfitta casalinga consecutiva in questo avvio di campionato: decide un errore in uscita difensiva di Majer che perde un pallone "velenoso" dal quale nasce il cross vincente per la testa del solito Dzeko che firma il gol vittoria (FOTO SOPRA IL GOL DEL BOSNIACO).

Equilibrio sostanziale - Liverani cambia poco rispetto all'undici che ha espugnato Ferrara, c'è comunque il ritorno di Tachtsidis per Tabanelli che ha accusato un affaticamento muscolare nelle ultime ore. L'inizio è scoppiettante nonostante il gran caldo, Kolarov si rende subito pericoloso con una conclusione forte ma centrale, respinta in affanno da Gabriel. Risponde il Lecce con Petriccione che da ottima posizione conclude debolmente tra le braccia di Pau Lopez. La Roma prova a prendere in mano il pallino del gioco, ma il Lecce gestisce senza troppi problemi e ribatte colpo su colpo rendendosi pericoloso quando può.

Svolta - La squadra di Fonseca non è sicuramente in giornata, tanti errori e passaggi sbagliati. E allora il Lecce prende coraggio e riparte con maggiore convinzione. Nella seconda parte del tempo ci provano soprattutto Mancosu, Falco e Petriccione, ma le conclusioni sono deboli o centrali, oppure fuori misura. E' comunque il miglior Lecce visto all'opera in casa in questo campionato. L'ultimo guizzo del primo tempo però è di Smalling, con un colpo di testa che va di poco a lato. Si va al riposo sullo 0-0.

Secondo tempo - Nella ripresa la Roma entra in campo con un piglio decisamente diverso e chiude il Lecce, che non riesce più a uscire dalla sua metà campo producendo gioco come nella prima frazione. E al 10' arriva il vantaggio ospite, dopo un errore di Majer che sbaglia un passaggio in ripartenza nei pressi dell'area di rigore salentina, ne approfitta Mkhitaryan che pennella in area un cross sul quale Dzeko si avventa con grande tempismo depositando in rete di testa. Kolarov avrebbe l'occasione per chiuderla, ma dagli undici metri si fa ipnotizzare da Gabriel che vola alla sua sinistra per parare un altro rigore (dopo quello poi fatto ripetere a Insigne con il Napoli): rigore nato per un tocco di mano in piena area di Lucioni su conclusione ancora di Dzeko. Il finale è con il Lecce coraggioso, anche spregiudicato in avanti, ma molto stanco e poco lucido: sostanzialmente non si arriva mai al tiro, tranne che con Calderoni con una saetta dalla solita posizione, deviata in angolo. Il finale è con gli applausi del "Via del Mare" tutto esaurito che riconosce gli sforzi dei giallorossi, però ancora senza punti in casa.

TABELLINO

LECCE - ROMA 0-1

Marcatore: Dzeko al 10' s.t.

Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli, Lucioni, Rossettini, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis (dal 17' s.t. Imbula), Majer; Mancosu (dal 7' s.t. Shakhov); Babacar (dal 30' s.t. La Mantia), Falco. (Vigorito, Bleve, Riccardi, Vera, Benzar,, Meccariello, Dubickas, Gallo, Lo Faso). Allenatore Liverani.

Roma: (4-2-3-1): Pau Lopez; Florenzi, Smalling, Mancini, Kolarov; Diawara, Veretout; Kluivert, Pellegrini (dal 25' s.t. Zaniolo), Mkhitaryan (dal 41' s.t. Cristante); Dzeko. (Fuzato, Mirante, Juan Jesus, Santon, Kalinic, Fazio, Pastore, Spinazzola, Antonucci). Allenatore Fonseca.

Arbitro: Abisso di Palermo (Di Iorio-Bresmes, IV Ufficiale Baroni, VAR Guida, AVAR Fiorito).

Note: spettatori 26044, di cui 7281 paganti e 18763 abbonati, ammoniti Pellegrini, Mkhitaryan, Smolling, Lucioni, Rispoli, Cristante, angoli 5-10, recupero 3' p.t., 6' s.t.