TUTTI I DETTAGLI. E' un super Lecce, con la catena di comando da A: la ripartenza cala un tris, CORVINO-TRINCHERA-LIVERANI

Lunedì 3 Agosto 2020 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Neanche a un giorno dalla retrocessione sta già nascendo e sta strutturandosi un Lecce profondamente ambizioso.

Un passaggio fondamentale della "rivoluzione" al timone dell'area tecnica della società giallorossa sarà proprio una importante stratificazione dei ruoli, delle competenze, delle cariche.

Non è nè politica nè burocrazia, nè si tratta di garantire posizioni a uomini di apparato: Sticchi Damiani e i soci hanno semplicemente capito che senza figure di calcio, anche con il pelo sullo stomaco e l'esperienza delle "volpi" non si può costruire nulla di ambizioso e duraturo in A.

Il Lecce, dunque, non può restare tutto circoscritto in una o due figure che si assumono le responsabilità della conduzione della nave. Il Lecce si stratifica, si fa società di calcio, crea management.

Per questo il Direttore Sportivo potrebbe essere sovrainteso da un Capo dell'Area Tecnica, figura in stile Roma, Juventus, Milan, Inter, per intenderci.

E a guidare l'Area Tecnica del Lecce potrebbe essere Pantaleo Corvino, 71enne ex DS di Casarano, Lecce, Fiorentina, Bologna e ancora Fiorentina. Alle spalle dell'uomo mercato vernolese tre quarti posti in A con i viola, gli Ottavi di Finale di Champions League, una SemiFinale di Coppa UEFA e una di Coppa Italia. Prima ancora i "miracoli" sportivi ottenuti con Casarano e Lecce, dal Settore Giovanile in sù.

Con Corvino a Capo dell'Area Tecnica il Direttore Sportivo sarebbe Stefano Trinchera, 47enne uomo mercato del Cosenza e prima ancora del Francavilla, piazze dove ha soltanto vinto scommesse personali e di mercato in questi anni lontani da Lecce (è già stato DS giallorosso nella stagione 2015/2016, sostituendo Antonio Tesoro, portando il Lecce alla SemiFinale play off di Lega Pro persa nel doppio confronto con il Foggia).

Nelle prossime ore la società per questo incontrerà l'attuale DS Meluso, candidato ad essere sostituito ben più del tecnico Liverani su cui invece potrebbero puntare fortemente sia Corvino che Trinchera, destinati a ricevere un mandato triennale per un progetto sempre più ambizioso.